Amministrazione Aperta

Amministrazione Aperta

Calcolo IMU

Fattura PA

 

Fatturazione Elettronica

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Trasaprenza

 

amministrazione trasparente

Statistiche Visite

Statistiche Visite

Fotogallery


GemellaggioSantuario di Santa Liberata

Linea Amica

Linea Amica

RSS di Ultima Ora - ANSA.it

Mappa

Per utilizzare queso blocco inserire la chiave di Google nelle impostazioni del sito!

Benvenuti nel sito del Comune di Santo Stefano di Rogliano

Il Comune di Santo Stefano di Rogliano  appartiene alla provincia di Cosenza e dista 18 chilometri da Cosenza, capoluogo della omonima provincia. Il territorio del comune risulta compreso tra i 550 e i 1.476 metri sul livello del mare. L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 926 metri.

 

Santo Stefano di Rogliano

In primo piano

15/11/2016

Dall’information technology alle vendite. Passando per il customer care. Sono diverse le aree in cui UniCredit, istituto bancario con sede centrale a Roma e oltre 40 milioni di clienti in 22 Paesi del mondo, vuole inserire nuove figure professionali. Brillanti e con laurea in tasca. Le sedi di destinazione sono Emilia Romagna, Veneto, Piemonte e Lombardia. 
Le prime figure nei pensieri del gruppo sono gli specialisti in business intelligence: tutti con laurea in ingegneria, matematica e informatica, ottima lingua inglese, creatività e conoscenza di Oracle. 

Sempre nell’area It, spazio ad analisti tecnici con laurea in informatica, matematica, statistica o ingegneria e conoscenza di metodologie di sviluppo software. UniCredit seleziona anche, nell’area credit risk, business analyst con laurea in statistica, ingegneria o finanza, specialisti di sicurezza e architetti di sistema. Oltre a java developer con conoscenza di frame work SPRING MVC, consulenti di agenzia e addetti al customer care con laurea in economia e ottimo inglese per FinecoBank, la banca multicanale di UniCredit. 

Il processo di selezione, per tutte le posizioni, inizia con la candidatura online e procede con due assessment, uno online e uno di gruppo, e colloqui con le risorse umane e i manager. Per candidarsi a queste posizioni, consultare il sito https://www.unicreditgroup.eu/it/careers.html 

08/11/2016

Nuove assunzioni di personale socio sanitario in Emilia Romagna, in provincia di Piacenza. L’Istituto “Emilio Biazzi” i.p.a.b  –  Struttura protetta di Castelvetro Piacentino ha indetto un bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo indeterminato e a tempo pieno di 26 unità con profilo professionale di Operatore socio sanitario cat. B3, con riserva del 40% dei posti (11 posti) a favore di coloro che hanno maturato almeno tre anni di servizi presso l’Istituto. 
Vediamo, dunque, quali sono i requisiti e le modalità di partecipazione al concorso per oss.

Requisiti

Per l’ammissione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti:

  • licenza media;
  • cittadinanza italiana o di Stato membro dell’Unione Europea;
  • compimento del 18° anno di età;
  • piena idoneità psico-fisica all’impiego;
  • regolarità di posizione nei confronti degli obblighi di leva;
  • godimento del diritto di elettorato politico attivo, in Italia o nello Stato di appartenenza;
  • mancata risoluzione di precedenti rapporti d’impiego costituiti con pubbliche amministrazioni;
  • insussistenza di condanne penali;
  • attestato di qualifica professionale di “Operatore Socio Sanitario”, rilasciato a seguito di partecipazione a corsi di formazione promossi dalla Regione Emilia Romagna o equivalente se rilasciato da altre Regioni.

 

Domanda e scadenza

La partecipazione alla selezione avviene esclusivamente mediante compilazione di un modulo di domanda on-line, da effettuare entro l’11 novembre 2016. Per l’iscrizione è necessario essere in possesso di indirizzo di posta elettronica, codice fiscale ed estremi di pagamento della tassa di concorso. La selezione dei candidati avverrà tramite una prova scritta ed una orale.  

 

ALLEGATI

http://www.istitutoemiliobiazzi.it/modulistica/Bando_di_selezione_pubblica_per_titoli_ed_esami_per_26__posti__OSS.pdf

08/11/2016

Il SIA dal due settembre viene dato a tutti coloro che rispettano i requisiti indicati dall’INPS. Tuttavia, come specificato dal Ministro del Lavoro, il SIA è una “misura ponte” in attesa dell’approvazione definitiva della legge delega sulla povertà che segnerà il debutto del reddito di inclusione. Vediamo, dunque, i dettagli.  

Si chiama SIA, Sostegno per l’inclusione attiva, il sussidio di 80€ a persona destinato alle famiglie in difficoltà. In media ogni famiglia riceverà un contributo pari a 320€ al mese che verrà erogato con una carta prepagata, come la Social Card.

 

La SIA prevede due misure per il supporto delle famiglie disagiate:

  • erogazione di un sussidio economico, pari a 80€ per ogni componente della famiglia;
  • inclusione in un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, che farà leva su una rete integrata di interventi individuati dai Comuni, servizi territoriali (centri per l’impiego, servizi sanitari, scuole) e terzo settore.


Questo progetto di inclusione verrà scelto insieme al nucleo familiare e coinvolgerà tutti i componenti. Le attività potranno consistere i contatti con i servizi, ricerca attiva di lavoro, adesione ai progetti di formazione, frequenza e impegno scolastico e prevenzione della salute. L’obiettivo di queste due misure è quello di aiutare le famiglie a superare il periodo di crisi, supportandole fino a quando non abbiano riconquistato una loro autonomia.
 

Chi può richiedere la nuova Social Card?

Può richiedere la SIA una famiglia che si trovi in una situazione di difficoltà economica purché presenti i seguenti requisiti:

  • cittadini italiani o comunitari;
  • residenti in Italia da almeno 2 anni;
  • nel nucleo familiare deve essere presente almeno uno tra: figlio minorenne, figlio disabile, donna in gravidanza;
  • ISEE inferiore ai 3.000€;
  • se usufruiscono di altri aiuti economici, questi non devono superare i 600€ mensili;
  • nessun membro del nucleo familiare deve percepire strumenti di sostegno per i disoccupati, come Naspi e Asdi;
  • per accedere al beneficio il nucleo familiare deve ottenere un punteggio pari o superiore a 45 punti relativo alla valutazione multidimensionale del bisogno. Successivamente faremo un approfondimento dei criteri con cui viene attribuito il punteggio;
  • nessun membro della famiglia deve essere titolare di un veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda, oppure di autoveicoli con una cilindrata superiore ai 1.300 cc o di motoveicoli con una cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati da tre anni.

 

Come richiedere la nuova Social Card?

Se siete in possesso dei requisiti richiesti, potete richiedere la nuova SIA facendo la domanda al vostro Comune di appartenenza. Dopo aver presentato la domanda, il Comune, entro 15 giorni, verificherà il reale possesso dei requisiti e poi invierà la documentazione all’INPS.

A sua volta l’INPS, dopo aver controllato il requisito relativo ai trattamenti economici, entro 10 giorni assegnerà un punteggio relativo alla valutazione del bisogno analizzando la situazione economica e lavorativa dei componenti del nucleo familiare. Per poter usufruire dei contributi offerti dalla SIA è necessario ottenere almeno 45 punti, mentre il punteggio massimo è di 100 punti.
 

A quanto ammontano i contributi?

Per ogni componente del nucleo familiare verrà erogato un contributo mensile pari a 80€. Tuttavia, ogni famiglia non potrà superare un contributo mensile pari a 400€. L’importo verrà erogato su una carta prepagata simile alla Social Card, ma in presenza di altre misure a sostegno del reddito (Bonus Bebè maggiorato, assegno familiare per almeno tre figli minori e carta acquisti ordinaria) è c’è la possibilità che questo venga ridotto.

Bisogna ricordare che entro i 60 giorni dall’accreditamento del primo bimestre i Comuni, in collaborazione con gli Ambiti territoriali, predispongono un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa. Questo, costruito in base alle indicazioni fissate dal Ministero del Lavoro, verrà stabilito anche tramite il supporto del nucleo familiare.

25/08/2016

 DOMANDA PER IL SOSTEGNO INCLUSIONE ATTIVA (SIA) -  AVVISO AI CITTADINI

Elenco bandi

Nascondi bandi scaduti
BANDI IN PRIMO PIANO

Elenco concorsi

Nessun concorso presente in archivio

Comune di Santo Stefano di Rogliano

P.IVA 01637380781

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 1.444 secondi
Powered by Asmenet Calabria